Cefalea

L'approccio osteopatico

Da una recente revisione narrativa risulta che l'osteopatia è la medicina manuale più efficace e con il livello di evidenza maggiore per il trattamento della cefalea primaria (tabella 2: livello di evidenza 1+, grado di raccomandazione B).

https://thejournalofheadacheandpain.biomedcentral.com/track/pdf/10.1186/s10194-017-0809-z?site=thejournalofheadacheandpain.springeropen.com

Fatto salvo che la diagnosi spetta al medico, una volta che questo ha escluso altre patologie, l'osteopatia può essere un valido supporto

Quali sono i principi di trattamento?

L'osteopata ha il compito di ricercare e trattare le disfunzioni somatiche (ICD-11) che possono essere correlate alla cefalea. Durante la valutazione osteopatica vengono indagate tutte le relazioni muscolo-scheletriche, viscerali, vascolari e nervose. Per questo motivo non c'è da stupirsi se l'osteopata procede a valutare e manipolare segmenti corporei distanti dalla testa come gli arti inferiori o il bacino. L'osso sacro, ad esempio, è collegato alla testa mediante la dura madre che riveste all'interno le ossa craniche e forma i seni venosi, nonché il rivestimento dei punti di passaggio dei nervi cranici.

Quante sedute servono?

Il numero delle sedute varia da persona a persona, generalmente possono essere necessarie dalle 2 alle 5 sedute. Talvolta possono essere utili controlli a distanza di tempo.